EUROREPORTAGE -  Bomba Covid sul lavoro, 60 milioni a rischio - di Livia Zancaner | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

EUROREPORTAGE - Bomba Covid sul lavoro, 60 milioni a rischio - di Livia Zancaner

15 milioni di persone già licenziate, 45 milioni che usufruiscono di forme di sostegno al reddito e che potrebbero perdere il lavoro, se le misure messe in campo per la ripresa non dovessero funzionare. Sono le stime della Confederazione europea dei sindacati sull'impatto della pandemia di Coronavirus in Europa. Una massa potenziale di 60 milioni di disoccupati, a cui bisogna aggiungere irregolari, precari e lavoratori in nero, quasi tre volte quelli creati dalla crisi finanziaria del 2008-2009. Positive, secondo gli addetti ai lavori, le misure messe in campo dall'Unione europea - dal recovery fund al fondo Sure per la disoccupazione - ma i paesi tardano a rispondere. Il rischio è i lavoratori con sostegno al reddito si trasformino in disoccupati e le imprese chiudano. Fondamentale la disponibilità di fondi in Italia, dove le imprese sono più piccole e quindi più vulnerabili, spiega l'Istat. Tra i settori maggiormente colpiti: turismo, ristorazione e retail, ma anche l'auto. La situazione del comparto automotive in Europa e in Italia è veramente difficile, a marzo e aprile il mercato si è azzerato, sottolinea l'Anfia: servono interventi su ricerca, sviluppo e innovazione per facilitare crescita e aggregazione tra aziende.

In collaborazione con Euranet Plus

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast